STAGE RESIDENRIALE LNF 2013

La CPU (Central Processing Unit) è una parte fondamentale poiché si occupa dell’elaborazione, gestione ed acquisizione dei dati. Essa deve essere prop...

0 downloads 61 Views 4MB Size
STAGE RESIDENZIALE LNF 2013 Gruppo di informatica

CHE COS’È UN CENTRO DI CALCOLO? Un centro di calcolo è una struttura di sviluppo, utilizzata per analizzare e memorizzare dati relativi ad attività di ricerca svolte all’interno di un dipartimento matematico-scientifico.

COM’È STRUTTURATO UN CENTRO DI CALCOLO? • • • •

CPU Memoria centrale Memorie di massa Rete

COS’È LA CPU? La CPU (Central Processing Unit) è una parte fondamentale poiché si occupa dell’elaborazione, gestione ed acquisizione dei dati. Essa deve essere proporzionale alla mole di dati presa in carico dal centro di carico. Non è da sottovalutare l’aspetto economico.

CHE COS’È LA MEMORIA CENTRALE? La memoria centrale è una parte essenziale per qualunque tipo di calcolatore e le dimensioni devono essere appropriate al tipo di utilizzo. In particolare nei centri di calcolo è importante tenere in considerazione che nonostante la maggior disponibilità di memoria aumenta le prestazioni del centro, non è sempre possibile avere a disposizione molta memoria per motivi economici.

CHE COS’È LA MEMORIA DI MASSA? È la parte di un calcolatore che ci permette di conservare i dati nel tempo.

Dischi Veloci

Dischi Medi

Nastri

• Costi elevati • Elevata velocità

• Costi medi • Velocità media

• Costi bassi • Molto lenti

GESTIONE DEI DATI Per una corretta memorizzazione è necessario gestire i dati che si desidera conservare, queste tecniche prendono il nome di HSM (High Storage Manager). Vi sono diversi tipi di File System, ma prenderemo in esame solo quello presente all’interno del sistema operativo UNIX, utilizzato dalle macchine del centro di calcolo.

FILE SYSTEM Sotto il sistema operativo UNIX il disco viene diviso in due setori:

I-Node

Block Area

• 512 Byte •Contiene i blocchi necessari alla gestione dei file

• Composto da diversi blocchi (max 10) da 512 Byte ciascuno •Contiene i veri e propri file

I-Node: la struttura ID PUNTATORI (10 Byte)

Contiene ipuntatori alla Block Area dove verrà memorizzato il file

INFO DELL’ I-Node

INFO DI PROPRIETÀ

1° puntatore speciale

PUNTATORI SPECIALI

2° puntatore speciale 3° puntatore speciale

Questo tipo di puntatori vengono chiamati speciali poiché contengono l’indirizzo di altri blocchi (ognuno da 512 Byte). Essi contengono, a loro volta, 128 puntatori che si riferiscono ai file blocks.

LA RETE Le macchine hanno la necessità di comunicare tra loro, per farlo si utilizzano Fiber Channel e/o Cavi in Rame. Nell’ acquistare un dispositivo per gestire le comunicazioni tra le macchine si deve prestare attenzione ai protocolli che si ha intenzione di utilizzare.

IL NOSTRO PROBLEMA Per risparmiare memoria, e quindi denaro, è necessario ottimizzare lo spazio necessario alla memorizzazione dei dati, questo è reso possibile mediante algoritmi di compressione. Importante da notare che necessitiamo di una compressione di tipo non-lossy.

I file RAW Il file RAW contiene i dati acquisiti dai sensori presenti all’interno dell’acceleratore DAΦNE. Sono file di circa 2GB costituiti da numeri in virgola mobile di 4 Byte ciascuno (tipo di dato floating point).

Esponente Segno

Mantissa

Il Codice

FIRST STEP: Dividere i dati in quattro file distinti, ognuno contenente ¼ dell’informazione.

Il Codice

SECOND STEP: Vengono compressi i singoli file mediante “compress”.

Il Codice

THIRD STEP: I diversi file, dopo esser stati compressi, vengono riuniti in un unico file che verrà salvato in memoria di massa.

I RISULTATI OTTENUTI: • 43,65% di compressione • Più di 400.000 € risparmiati